Stampa

Biodanza Oggi

Postato in Biodanza

LA BIODANZA OGGI

La crisi del nostro tempo, è la crisi di un modo di percezione e di relazione. L'esperienza è sempre mediata, dalle parole, dai modelli, dalle immagini, dagli oggetti. L'uomo perde l'esperienza nuova e singolare della vita. 
La crisi del nostro tempo è crisi del tempo: sempre indaffarato, informato, in azione, pensante.

Quale qualità può avere il nostro agire così veloce e frenetico, poco collegato ad un autentico sentire?
Che qualità ha la nostra vita senza contatto con i ritmi naturali ed organici?
Dove abbiamo perso la sensibilità che ci fa comprendere quando abbiamo bisogno di riposare oppure di muoverci più agilmente, o ancora, quando abbiamo bisogno di calore e di contatto umano?

A lungo abbiamo privilegiato la conoscenza intellettuale, la razionalità, perdendo il legame con il cuore delle cose e degli esseri viventi. 
L'interesse della Biodanza consiste in un'inversione di tendenza che restituisce l'esperienza del corpo e della sensibilità evidenziandone la priorità. 
E' possibile danzare la propria vita nella interezza della propria unicità, in armonia con gli altri, e con l'ambiente per tentare di armonizzare nel vissuto il rapporto tra natura e cultura, e, non per ultimo, per abbandonarci all'ascolto delle percezioni ed emozioni di noi stessi.

La Biodanza è un sistema di rinnovamento esistenziale, di sviluppo umano fondato attraverso la musica e il movimento in gruppo. La musica, linguaggio universale, é capace di liberare sentimenti ed emozioni come l'allegria, la tenerezza. La combinazione di musica, movimento ed emozione induce "vivencia".

Rolando Toro, ha inteso restituire all'uomo la coscienza della propria forza creativa nell'auto-consapevolezza di un percorso poetico che sceglie la vita. Cerca di risvegliare in sé il dono dell'espressione e di ricollocare l'esperienza dei linguaggi nella loro prospettiva originale e sempre attuale, la creazione.
L'espressione è nella vita prima che nell'arte, è esistenziale nella forma delle parole e dei gesti: un Uomo che vive il presente è aperto alla dimensione del possibile.

La Biodanza agisce attraverso una dinamica di apertura, mediante un'abolizione progressiva delle distanze, che colloca ogni individuo nella vicinanza dell'altro. La Biodanza si pone nell'ottica dell'incontro, in una creazione continua di legami che uniscono a sé, all'altro e al mondo. E' una relazione immediata. Agisce attraverso la danza nella ricerca del gesto proprio, della parola singola che reca e dà una forma alle nostre potenzialità.

 

La danza e la musica in Biodanza


In Biodanza si riscatta il piacere del movimento. Ogni movimento artistico è anche un profondo movimento vitale che deriva da un "sapere infinito", da un' emozionata e viscerale consapevolezza e fiducia di essere vivo e pulsante.
Un danzatore quando si muove, ci rivela la sensazione della completezza, della emozione generatrice della vita, disegnando con il proprio corpo figure di autentico coinvolgimento connesse ad una propria estetica interna, e mostrandoci un cammino evolutivo di piacere e di armonia cosmica. Il vincolo totale con la vita stessa. Allo stesso modo per un musicista che attraverso un movimento sonoro, ci trasmette l'armonia ritmica dell'universo, donandoci l'impulso a danzare la vita. Un pianista ad esempio, esprime il "sentir-si" ed il "muover-si", nella sua danza sulla tastiera del pianoforte. Tanto più è connesso con le sue emozioni maggiore è la fluidità del suo movimento, tanto più fa fiorire in noi un movimento altamente invitante al danzare.
Un movimento musicale integrato conduce ad una danza integrata. La musica è una chiave universale, per accedere al cuore.
Le musiche in Biodanza invitano all'organicità, all'integrità e alla pienezza dell'espressione.

Copyright © 2012 BiodanzaROMA. Tutti i diritti riservati.